Marco Benfatto

Classe 1988, di origini padovane, professionista di ciclismo su strada, ha iniziato da giovanissimo con una carriera da under sia su strada che su pista, vincente. Campione italiano su strada categoria allievi, 4 maglie di campione italiano su pista, maglia azzurra ai mondiali su pista nel 2004 in Austria. 5 anni da dilettante al team Zalf, una delle migliori compagini per i giovani ciclisti pronti al lancio nel circo professionistico, poi un anno al team Idea 2010.

img-20161104-wa0006

In questo periodo ha conseguito 30 vittorie tra cui nel 2012 una tappa al GiroBio, “la Popolarissima “di Treviso e una tappa al giro della regione del Friuli Venezia Giulia.

Nel 2013 è stato stagista in Liquigas dove ha colto un secondo posto alla prima gara da pro al “Tour of Utah”, successivamente ha corso per 2 anni in Astana Continental dove ha conseguito 3 vittorie: una tappa al tour of Bretagne (FRA) e due tappe al Tour of Quighai Lake (Cina). Da 2 anni corre con la maglia dell’Androni giocattoli, sarà la sua terza stagione il 2017 con questa compagine. Nel 2016, sono state ben 9 le vittorie tra cui 7 tappe al “tour of Cina” classificandosi al primo posto anche nella classifica generale. Ad oggi ha conseguito nelle diverse categorie circa 180 vittorie.

img-20161104-wa0009

Marco Benfatto è un professionista con la P maiuscola, dal primo giorno che l’ho conosciuto mi ha subito coinvolto e travolto in una serie di ragionamenti metodologici, tecnici, biomeccanici, fisiologici come pochi altri nella mia ahimè lunga carriera da preparatore, hanno saputo fare.
Sempre pronto al ragionamento, instancabile nel voler sempre cercare di capire il perché del dettaglio.
Interessante Marco Benfatto! Stimolante, motivante per il mio mestiere, averne … non troppi però altrimenti ti fanno perdere il sonno…
Marco Benfatto è uno che ha vinto, ma evidentemente per lui non abbastanza, insieme vuole di più e io anche!
Prima di uscire su strada, abbiamo superato ore di incontri alla scrivania, visionato taccuini di appunti, fogli e fogli scritti a mano che riportano tanta fatica e tanto sudore delle esperienze precedenti, valutato programmi e pianificazioni, ragionato sull’ inserimento di diverse attività di preparazione complementari per tentare di trovare quel valore aggiunto che può farci fare un ulteriore salto di qualità.
Negli sport di fatica non si improvvisa, a tutti i livelli, figurati al suo!
Un 2017 che per entrambi diventa molto impegnativo ma anche molto affascinante.
Corse importati di un giorno, molto importanti…, ma anche corse a tappe dove poter essere sì completi ma poter anche ottimizzare quando la strada ti permette di scaricare tutti quei “cavalli” che uno sprinter come Marco Benfatto deve saper fare.
Con lui prosegue il mio cammino da coach, in parallelo ad altri percorsi che già sono stati tracciati da tempo, con lui aggiungo una nuova sfida, nuove motivazioni ma anche nuove emozioni condividendo conoscenze, impegno, dedizione e fatica quotidiana alla ricerca del giusto feeling, perché come sempre, è solo così si possono creare i presupposti per la  nostra Vittoria.